Skip to main content

Notevoli somme di denaro per la realizzazione di nuovi "campi di rieducazione". Un altro giornalista espulso. Mentre gli abusi della Cina crescono, chi li vedrà? Il Tibet è vessato dalla Cina, ma nessuno lo racconta (e intanto i monaci si danno fuoco)

September 24, 2018 by admin

logo








Il PCC investe notevoli somme di
denaro per la realizzazione di nuovi "campi di
rieducazione" e infrastrutture di sicurezza.[video]

CINA: il PCC investe notevoli somme di denaro per la realizzazione di nuovi




Il
governo cinese investe una immensa  somma di denaro per la
costruzione di nuovi campi e infrastrutture di sicurezza nello
Xinjiang. Agli occhi dei propagandisti del partito, questi
campi sono simili agli ospedali per il trattamento di una
"malattia ideologica". Le torture in questi campi di
rieducazione hanno, in molti casi, portato alla morte dei detenuti
ma finora non ci sono stime di un bilancio delle vittime.

 




Continua a leggere





Un altro giornalista espulso.
Mentre gli abusi della Cina crescono, chi li vedrà?

Un altro giornalista espulso. Mentre gli abusi della Cina crescono, chi li vedrà?




Il
responsabile della divisione cinese di Buzzfeed, Megha Rajagopalan,
che ha scritto dal paese per sei anni, ha annunciato su Twitter che
il governo cinese si è rifiutato di rinnovare il visto,
espellendolo. Le autorità non hanno spiegato la decisione, che è
arrivata dopo le sue recenti relazioni che denunciavano i crescenti
abusi nella regione minoritaria musulmana dello Xinjiang, che
sicuramente ha attirato l'ira delle autorità. Il tabloid statale
cinese Global Times ha pubblicato un editoriale che ha definito il
suo lavoro "delirante reportage occidentale".

 




Continua a leggere





Il Tibet è vessato dalla Cina, ma
nessuno lo racconta (e intanto i monaci si danno fuoco)

Il Tibet è vessato dalla Cina, ma nessuno lo racconta (e intanto i monaci si danno fuoco)




L’occupazione
da parte di Pechino è più rigorosa che mai. I governi occidentali,
spaventati all’idea di irritare il loro importante partner
commerciale, rinunciano a dare visibilità a una questione
gravissima e delicata.

 




Continua a leggere





Yan Lianke attivo scrittore e
controllato, afferma: i leader mondiali calpestano la situazione dei
diritti umani in Cina e si concentrano sul denaro.

Yan Lianke attivo scrittore e controllato, afferma: i leader mondiali calpestano la situazione dei diritti umani in Cina e si concentrano sul denaro.




L'autore cinese Yan Lianke, le cui opere sono bandite
nella sua patria e pesantemente censurate, ha esortato i leader
mondiali a non esimersi dal confrontarsi con la Cina sulla sua
situazione dei diritti umani.

 




Continua a leggere





‘Silenzio impotente’, un sacerdote
cinese e la censura dei siti cattolici

‘Silenzio impotente’, un sacerdote cinese e la censura dei siti cattolici




Confermata
l’oscuramento dei siti di Vatican News, Ucan, AsiaNews.it. Eppure
in Cina la costituzione difende la libertà religiosa. Le
considerazioni di un sacerdote, a cui è stato oscurato il suo blog
personale.

 




Continua a leggere








Donna che non ha rinunciato alla
sua fede, torturata fino alla morte [video testimonianza]

Cina-Liaoning: Donna che non ha rinunciato alla sua fede, torturata fino alla morte.[video testimonianza]




Il
16 marzo del 2015 Li Yan di Chaoyang, è stata arrestata
illegalmente dalla Polizia, per non avere rinunciato alla sua
fede nel Falun Gong, una pratica spirituale basata sui principi di
Verità, Compassione e Tolleranza, perseguitata in Cina. La donna è
stata condannata a una pena detentiva di tre anni dopo un processo
farsa. Dalla testimonianza del marito, la donna mentre era
imprigionata ha subito torture indicibili e quando è stata
rilasciata era sull'orlo della morte.

 




Continua a leggere





promemoria-5x1000


5x1000. Non
costa nulla ma per noi significa molto



 




Cosa
fa la Laogai Research Foundation Italia ONLUS?


La LAOGAI RESEARCH FOUNDATION ITALIA ONLUS si batte in sostegno
delle minoranze in difficoltà, contro la violazione dei diritti
umani, il lavoro forzato e promuove risoluzioni e leggi per
contrastarla. Per dare una corretta informazione e denunciare
all’opinione pubblica l’immoralità e l’orrore.

 




Cos’è
il 5x1000?


Si può destinare Il 5×1000 dell’IRPEF a sostegno di organizzazioni
ONLUS. Questa scelta non comporta nessuna spesa per te, essendo una
quota d’imposta a cui lo Stato rinuncia.

 




Se
non effettuerai alcuna scelta, il 5×1000 resterà allo Stato.

 



 




Come
puoi destinare il tuo 5x1000 alla Laogai Research Foundation Italia
ONLUS?


È davvero semplice! Compila il modulo 730, il CUD oppure il Modello
Unico e nel riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative
di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale”.

 




indica
il Codice fiscale della Laogai Research Foundation Italia ONLUS:
97430710588

volontario3

unnamed

Laogai_Logo1

Premium Drupal Themes by Adaptivethemes