Skip to main content

Rischia la vita per raccontare i campi di concentramento cinesi. La strategia per controllare l’informazione. La vita delle prostitute cinesi in Italia.

May 3, 2019 by admin

logo

Imprenditore rischia la vita per raccontare i campi di concentramento cinesi

Imprenditore rischia la vita per raccontare i campi di concentramento cinesi

Dopo aver affrontato anni e anni di ingiustizie nella propria patria, la Cina, l’imprenditore di successo Yu Ming è finalmente giunto negli Stati Uniti, da dove ha voluto condividere con il mondo la sua incredibile storia.

 

Continua a leggere

Reporter Senza Frontiere. “Strategia di Pechino mira a controllare l’informazione anche fuori dalla Cina”

Reporter Senza Frontiere. “Strategia di Pechino mira a controllare l’informazione anche fuori dalla Cina”

Il quotidiano online Spraynews.it ha riportato l’ultimo rapporto della ONG Reporter Senza Frontiere, dal titolo «Il nuovo ordine mondiale dei media cinesi», secondo cui Pechino avrebbe da tempo imbastito strategie volte ad imporre il proprio modello non soltanto nel mondo affaristico ma anche in quello delle comunicazioni.

 

Continua a leggere

Sfruttate ad ogni cambiamento: la vita delle prostitute cinesi in Italia

Sfruttate ad ogni cambiamento: la vita delle prostitute cinesi in Italia

Le donne migranti hanno smesso di lavorare in fabbrica iniziando a prostituirsi per sopravvivere e fornire una vita migliore per i parenti a casa.

 

Continua a leggere

Famiglie tibetane obbligate con la forza a rinunciare alle loro terre e alle loro case natie

Famiglie tibetane obbligate con la forza a rinunciare alle loro terre e alle loro case natie

Nella contea di Gonjo in Tibet, alcune  famiglie tibetane hanno subito dei trasferimenti forzati  dalle loro case e dalle  loro terre ereditate dai  antenati da parte delle autorità cinesi. La terra appartenente a queste famiglie  è ricca di risorse naturali.  Da molti anni il governo cinese ha di mira questa area.

 

Continua a leggere

La Cina ha avvertito gli altri paesi di non partecipare alla riunione delle Nazioni Unite sulle violazioni dei diritti umani dello Xinjiang [Video]

La Cina ha avvertito gli altri paesi di non partecipare alla riunione delle Nazioni Unite sulle violazioni dei diritti umani dello Xinjiang – ONG.[Video]

La Cina ha avvertito i delegati delle Nazioni Unite di non partecipare ad un evento del panel sulle violazioni dei diritti umani nello Xinjiang il mese scorso, dove Pechino ha affrontato critiche per aver arrestato un milione di persone appartenenti a minoranze etniche nei centri di "rieducazione" extragiudiziale.

 

Continua a leggere

Espianto di organi: se ne discute al Parlamento britannico

Espianto di organi: se ne discute al Parlamento britannico.

Un dibattito al parlamento britannico affronta la questione dell’espianto di organi. La Cina è accusata di «crimini contro l’umanità, su scala industriale»

 

Continua a leggere

Il governo cinese distrugge tombe di famiglia per sfruttare i terreni in agricoltura

Il governo cinese distrugge tombe di famiglia per sfruttare i terreni in agricoltura

Tra gli abitanti dei villaggi nelle aree rurali circostanti la città portuale di Tianjin si è scatenata una indignazione generale perché il regime cinese ha ordinato la distruzione di tombe di famiglia costruite su terreni che Pechino vuole sfruttare quali terre agricole per garantire la sicurezza alimentare del paese.

 

Continua a leggere

promemoria-5x1000

5x1000. Non costa nulla ma per noi significa molto

 

Cosa fa la Laogai Research Foundation Italia ONLUS?
La LAOGAI RESEARCH FOUNDATION ITALIA ONLUS si batte in sostegno delle minoranze in difficoltà, contro la violazione dei diritti umani, il lavoro forzato e promuove risoluzioni e leggi per contrastarla. Per dare una corretta informazione e denunciare all’opinione pubblica l’immoralità e l’orrore.

 

Cos’è il 5x1000?
Si può destinare Il 5×1000 dell’IRPEF a sostegno di organizzazioni ONLUS. Questa scelta non comporta nessuna spesa per te, essendo una quota d’imposta a cui lo Stato rinuncia.

 

Se non effettuerai alcuna scelta, il 5×1000 resterà allo Stato.

 

 

Come puoi destinare il tuo 5x1000 alla Laogai Research Foundation Italia ONLUS?
È davvero semplice! Compila il modulo 730, il CUD oppure il Modello Unico e nel riquadro “Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale, delle associazioni di promozione sociale”.

 

indica il Codice fiscale della Laogai Research Foundation Italia ONLUS: 97430710588

volontario3

unnamed

Laogai_Logo1

Laogai Research Foundation Onlus Italia

Unsubscribe | Manage subscription

facebook twitter google-plus 

MailPoet

Premium Drupal Themes by Adaptivethemes